.
Annunci online

  inversione [ miausc ]
         







CHOCOLAT DI
GIANNOTTI LUIGI ANTONIO
VIA FONTANA-
DALLA TRADIZIONE DOLCIARIA
DELLA FAM-GIANNOTTI
ASSAGIATENE TUTTE
LE VARIETA'...
CHOCOLAT è A BOVINO
IN VIA FONTANA







19 aprile 2007

quando si parla di MUSICA




permalink | inviato da il 19/4/2007 alle 16:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



23 febbraio 2007

la crisi di governo delle sinistre ..........

Dimissioni Ciliberti, questa sera riunione plenaria del centrosinistra
22 Febbraio 2007

Orazio c’è, Orazio non c’è più, Orazio ci sarà. Nulla trapela, ancora, sulle future decisioni del sindaco. Nelle sue mani il futuro amministrativo della città capoluogo. Negli scenari a venire un commissariamento lungo un anno, le elezioni anticipate, o la conclusione naturale della consiliatura. La patata bollente, mai come in questo caso, è nelle sue mani. Intanto i partiti della coalizione di centrosinistra, pur comprendendo le ragioni di Ciliberti, lavorano per il ritiro delle sue dimissioni. In ballo l’immagine del centrosinistra, che certificherebbe la sua mancanza di coesione. Si lavora sui consiglieri comunali, per ricreare quel clima di dialogo e di confronto tra il consiglio comunale, i partiti e l’esecutivo all’origine di molte incomprensioni e altrettanti malesseri. Lo stesso sindaco pare abbia chiesto – innanzitutto agli uomini del suo partito – esplicite garanzie affinché non si ripeta più quanto accaduto martedì mattina. Il rilancio, insomma, parte dalla certezza che il sindaco abbia sempre la maggioranza presente in aula, e non ci siano più assenze ingiustificate e sedute deserte. Dal consiglio comunale è partita la crisi, dal consiglio comunale deve arrivare la soluzione. Nel frattempo le dimissioni di Ciliberti hanno provocato anche il rinvio a metà marzo del congresso cittadino della margherita, in calendario questo fine settimana.

 

Questa sera riunione di tutti  i partiti del centrosinistra, per tentare di uscire dall’empasse ed elaborarare una proposta comune che convinca Ciliberti a tornare sui suoi passi.
tg blu...
Cosa si può aggiungere..che la politica abbia smarrito alcune direttive fondamentali per cui essa stessa dovrebbe esistere,troppi giochi,troppa indecisione e superficialità nelle prosieguo della vita sociale della capitanata.




permalink | inviato da il 23/2/2007 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa



12 febbraio 2007

Pensioni stupende

Cosimo Abate 5 3108 Camera
Michele Abbate 5 3108 Camera
Amaele Abbiati 5 3108 Camera
Modestino Acone 5 3108 Senato
Andrea Agnaletti 5 3108 Camera
Gerardo Agostini 5 3108 Senato
Vincenzo Alaimo 5 3108 Camera
Giovanni Alasia 5 3108 Camera
Gian Mario Albani 5 3108 Senato
Giuseppe Aleffi 5 3108 Camera
Urbano Aletti 5 3108 Senato
Tommaso Alibrandi 5 3108 Camera
Giuseppe Aloise
Luciana Castellina 11 5098 Camera
Stefano Giosue' Ligios 11 5098 Senato
Gianfranco Spadaccia 11 5098 Camera
Veniero Accreman 12 5471 Camera
Martino Bardotti 12 5471 Camera
Teodoro Bigi 12 5471 Camera
Adriana Ceci 12 5471 Camera
Antonio Mazzone 12 5471 Camera
Gennaro Papa 12 5471 Camera
Renato Bastianelli 13 5844 Camera
Luigi Berlinguer 13 5844 Senato
Andrea Bonetti 13 5844 Camera
Giuseppe Brienza 13 5844 Senato
Questi sono alcuni dei nomi divisi per anni di condributi,come potete leggere qui paròiamo di un vero furto ai danni di noi contribuenti....Poi l'INPS è in rosso ...
tra loro figurano nomi famosi in tangentopoli,insomma una vera accozzaglia...




permalink | inviato da il 12/2/2007 alle 13:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



27 gennaio 2007

Attenti alle truffe

Si diceva a Bovino....quan'caccie li solt part sempp cu l'ogna spacchet
non a caso dei truffatori si aggirano nel nostro paese,è cosi che un giorno un noto assicuratore di polizze auto decise di aumentare le assicurazioni con la scusa dei massimali??
E gia se un vecchietto ci capitava il gioco era fatto-ma oggi le persone anziane hanno i figli che attenti vigilano....
Quindi cari compaesani state attenti quando andate a comprare LA FRUTTA che potrebbero rifilarvi il cetriolo dell'ortolano.... 

INVERSIONE




permalink | inviato da il 27/1/2007 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



12 gennaio 2007

Per la serie lu strazzet sparl du lu scusout

Dopo lunghe ed elaborate Storiche ricerche e conclusioni finalizzate al concetto noto in tutto il Mondo ed anche nell'interplanetario sistema stellare comprendente MARTE ove a tutt'Oggi opera il Robot contenente i messaggi piu' importanti dei popoli della Terra,inviato dalla NASA che così celebra (Permettetemi Lor Signori miei amatissimi concittadini di tradurre dal sublime dialetto Nostrum,all'Italico Volgaris):FUGGI DA FOGGIA,NON PER FOGGIA MA PER I FOGGIANI.
A mio modesto parere,quale Storico delle Civiltà Locali,sono arrivato a concludere che:
La maggior parte di detta frase è improntata alla Crescita della miriade di Reperti archeologici volutamente sistemati (Forse sono stati gli APPULI) in zone strategiche della Città per il godimento ed il benessere di tutti. (La restante percentuale di della frase è rivolta al rispetto degli Altrui Individui ed alla abnegazione dei Doveri delle Leggi esistenti). Solo occhi attenti riescono a scovarli. Vedi il turista che arriva dalla autostrada o da Via San Severo oppure da Via Bari o Via Napoli o addirittura arriva con il treno.................
Meditate gente,Meditate.

 

Rifiuti Candelaro


Un caloroso saluto ai miei amati concittadini da antoniostory.10 Gennaio 2007

Ecco un altro ebete che non propone nulla, ma spara minchiate senza avere la mira, non è vero FRALUNA? Ma chi sei tu, il "fratello" della Luna? Già il tuo nick la dice lunga: sulla Luna, infatti, non c'è aria, per cui ecco spiegata la ragione della tua demenza, cioè mancanza di ossigeno al cervello con conseguente necrosi neuronale! Il concetto che esprimerò tra poco è molto, molto elementare, ma mi auguro che tu possa capire, viste le tue ridottissime capacità intellettive...Foggia si trova in una regione che si chiama Puglia la quale, a sua volta, fa parte di una Nazione che si chiama Italia; mi segui, anche se sicuramente a fatica? Dai, fai uno sforzo...bene! Devi sapere che Foggia è popolata dai FOGGIANI, i quali fanno parte dei PUGLIESI che, a loro volta sono ITALIANI. Secondo un semplice sillogismo, anche tu sei in qualche modo pugliese, così come sei anche FOGGIANO e a poco serve se sei nato, che so, a Milano. Con questo voglio dire che siamo TUTTI nella cacca, da Milano a Palermo! Visto che il tuo nanogrammo di cervello (1ngr=1miliardesimo di grammo) non ancora ha messo insieme questo puzzle per la mancanza di capacità deduttiva e costruttiva, sappi anche che, dove più e dove meno, lo schifo è una caratteristica maggiormente ITALIANA, dalla testa alla punta dello stivale! Ogni regione ed ogni città hanno i loro piccoli/grandi problemi ed è ora di smetterla di credere che non sia così, e mi riferisco anche a coloro che sono emigrati e rinnegano le loro origini...tu sei peggio di chi critichi, perchè non sei propositivo e riflessivo...pensa, prima di sproloquiare, ma pensa in modo costruttivo e, soprattutto, scendi dal piedistallo altrimenti potresti cadere e farti la bua, pezzo di imbecille!!!
Saluti da Jerry. 7 gennaio 2007

sono emigrato nel 1950,peró quando le possibilita me lo permettono sempre ritorno al paesello-foggia-questa magia che si chiama internet mi permette leggere tutti i giorni foggiaweb,pero sono molto sconcertato per le pessime notizie che leggo tanto nel polico come nella vita cittadina assalti,e spacci di droga,credo che é un male che sta distruggendo la societa,foggiana e provincia distinti saluti

luigi 5 gennaio 2007

foggiani frignoni

Anche quest'anno è stata stilata la classifica delle città e sorpresa dlle sorprese Foggia e al 103° posto. E allora? Tutti giù a lamentarsi, a piangersi addosso. questo non va bene, quest'altro e da migliorare, la colpa è delle istituzioni, c'è poca presenza di forze dell'ordine, non ci sentiamo tutelati.
B A S T A!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!.
Al foggiano sta bene così. Perchè è abituato a vivere nel sommerso, nel losco, deve truffare le assicurazioni, deve chiedere il sussidio al Comune e per arrivarci si reca con la sua macchina fiammante parlando al cellulare ultimo modello, deve andare allo stadio ad esternare i suoi istinti più bestiali e cafonsechi, deve lasciare la macchina in doppia fila anche se deve scaccolarsi e se provi a dirgli qualcosa se ti va bene ti risponde che la colpa è della mancanza di parcheggi alrtimenti scende e ti mette le mani addosso, va al bar e piuttosto che farsi fare lo lo scontrino farebbe prostituire la moglie, . Come farebbe se la città fosse più sottocontrollo, se tutto filasse come deve. La città è questa e questo ci meritiamo. Ricordate sono i cittadini che fanno di una città vivibile o non vivibile. Per questo cari foggiani sguazzate nella merda che avete prodotto finora con la speranza che vi sommerga al più presto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

fraluna 5 gennaio 2007

Sono d' accordo con l' amico che si firma W FOGGIA! Proprio pochi gg. fa ho scritto una mia considerazione, non pubblicata, sulle fantomatiche classifiche apparse sui giornali. Dicevo che sembra una spescie di "gara" a chi occupa un certo numero di posto; ai vincitori, poi, il premio sarà un peluche o la celeberrima mucca Carolina? L' amico ha detto benissimo: che vadano via coloro che sono buoni solo a lamentarsi e che non fanno niente per migliorare le cose. Poi, comunque, si lamentano soltanto, ma continuano a restare a FG. Questo significa che sono solo dei piagnucolòni buoni solo a lamentarsi, ignorando anche che ci sono città e paesi dove si vive molto peggio che a FG! A Milano ci sono le industrie e più lavoro, ok; ma provate a vedere un filtro dell' aria delle centraline per il monitoraggio dell' inquinamento, dopo un solo giorno di utilizzo: nero come il carbone, mentre nuovo, appena messo, era bianco! Figuratevi cosa respirano i milanesi!!! A Palermo, a Monreale, a Napoli, a Trapani, a S. Ninfa (TP), a Macomer, a Catanzaro, a Reggio Calabria (tutti posti in cui sono stato il tempo sufficiente per valutare), credetemi, si vive MOLTO PEGGIO CHE QUI A FOGGIA! Qui abbiamo il sole, l' aria ancora decente rispetto alle città del Nord, il mare a due passi...già questo è molto, non credete? Per dare valore alla nostra città, dobbiamo prima valorizzare noi stessi: una città è fatta di individui, e se questi sono dei piagnucolòni senza interessi e scopi importanti, sarà inevitabilmente una città fallita, proprio perchè costituita da individui falliti! Saluti a tutti e spero vivamente che questo 2007 porti a noi tutti un po' più di capacità di giudizio e riflessione.
Jerry. 5 gennaio 2007

Buona giornata a tutti e buon anno,probabilmente i fumi dell'alcool non tutti li hanno superati alla data odierna e purtroppo per noi sparano minchiate, come ad esempio l'amico che si firma "W FOGGIA".
Vorrei puntualizzare che la città di Foggia non è stressata, ma soltanto maltrattata e ridicolizzata da chi pensa che lo sviluppo, la cultura, il  vivere civile ed il rispetto delle persone e delle cose siano ristretti alla passeggiata per il corso o alla partita di calcio la domenica. Noi che critichiamo Foggia, probabilmente, anzi sicuramente, l'amiamo più di tanta gente, che come te, alla nascita sono stati dotati, come i cavalli, di un bel paraocchi.
Un' altra cosa, la lingua italiana è bellissima ed è varia, ed è anche dotata di uno strumento che permette la comprensione di quello che si scrive: LA PUNTEGGIATURA!!! CACCHIO USIAMOLA!!!
ALIAS 4 gennaio 2007

BUONASERA A TUTTI
PERCHE' OFFENDERE FOGGIA BASTA QUESTA CITTA' E STRESSATA CHI SI LAMENTA PUO' ANDARE VIA DA FOGGIA NESSUNO OBBLIGA A RESTARE ANCORA,.ANDATE VIA CI SONO TANTISSIME CITTA' PEGGIO DI FOGGIA NON SPUTATE NEL PIATTO DOVE MANGIATE,A FOGGIA ABBIAMO LA POSSIBILITA' DI FARCI LA PASSEGGIATA PER IL CORSO NELLE ALTRE CITTA' NON CREDO,SE NON STATE BENE ANDATE A VIVERE A NAPOLI,BARI,ANDRIA,BOLOGNA,MILANO,ANDATE NESSUNO VI MANTIENE BASTA NON FATE I GATTI NERI FOGGIA E PIENA DI QUESTA GENTE IETTATORI VIA.IL VOSTRO VIZIO SAPETE QUAL'E' CHE QUALSIASI COSA CHE SI FA IN QUESTA CITTA' NON VA MAI BENE E ALLORA CIUCCI E PRESUNTUOSI ANDATE VIA IL NORD VI ASPETTA ANDATE ANDATE CHE AL NORD STARETE BENE POI FATEMI SAPERE VI RACCOMANDO.POI CHI PARLA MALE DI FOGGIA E IL NULLAFACENTE LA CLASSICA PERSONA CHE ASPETTA IL POSTO DI LAVORO DIETRO LA PORTA DI CASA,LA CLASSICA GENTE INVIDIOSA E PREPOTENTE RENDETEVI CONTO DI QUELLO CHE DITE BASTA PIU' OTTIMISTI E VERO IL DETTO FUGGI DA FOGGIA NON PER FOGGIA PER I FOGGIANI FOGGIA E BELLA IO AMO FOGGIA E RICORDATEVI SE NON TROVATE LAVORO E PERCHE' NON AVETE VOGLIA DI LAVORARE SEMPRE FOGGIA RICORDO ANCHE QUEST'ANNO CALCISTICAMENTE PARLANDO ANDREMO ANCHE IN B.

W FOGGIA 2 Gennaio 2007

Gentili concittadini,
effettivamente guardando le varie classifiche stilate fanno bene i nostri amministratori a lamentarsi su come vengono stilate le suddette classifiche e dei macroscopici errori che ci collocano quasi all’ultimo posto; fa bene il nostro primo cittadino a lamentarsi; bisogna dare atto al Sig. Ciliberti, che fra l’altro ho votato sperando in un cambiamento, di aver fatto notare che Foggia non può essere al 103^ posto, io sono d’accordo con Lui Foggia non può essere in quella posizione di classifica ma ritengo che il posto che più si addice alla nostra amata città è l’ultimo.
D’altra parte basta farsi un giro per rendersi conto del degrado assoluto, della maleducazione dilagante, dell’insicurezza ad uscire di casa a certe ore e chi più ne ha più ne metta.
Forza amici amministratori continuate cosi che il prossimo anno il primato, inverso, non ci sfuggirà.
Foggiano deluso. 22 dicembre 2006

Classifiche e capri espiatori...

Salute al Forum: volevo condividere con voi un mio intervento su di un gruppo di discussione locale ( http://beppegrillo.meetup.com/193 "I Grilli di Foggia"), a proposito delle classifiche e delle risposte a queste rilevazioni.
Io non ho mai dato retta nè ai disfattisti nè ai fondamentalisti dell'ottimismo, però una cosa mi sento di dirla: quando la smettiamo (cittadini, funzionari, amministratori, dipendenti, etc.) di cercare di deviare i "mafaloni" che ci arrivano dritti in faccia, e cominciamo piuttosto ad essere critici, con noi stessi, con le situazioni che viviamo, con i nostri ed altrui comportamenti?
Posto che queste "classifiche" hanno anche dei secondi fini, come ogni cosa prodotta nel sistema mediatico degenerato di cui subiamo la continua rimozione di informazioni, di dati e notizie su cui riflettere, e la isterica "imposizione" di commenti ed opinioni atti a non farci fare la fatica di elaborarne di nostre o, peggio, con lo scopo di massificare ed omologare tanto la critica quanto la proposta: posto ciò, e lasciando perdere speculazioni (che servono ed hanno addirittura un fondamento logico, ma ora sarebbero fuorvianti) su come queste classifiche siano totalmente disastrose per il Suddd, perchè non ci concentriamo su questa domanda: ma potendo scegliere, io, a Fogia (non è una svista, cito il Manerba...), in una Foggia così, oggi, 18/12/2006, io ci verrei a vivere?
Oppure, arricchendola, io ci verrei ad aprire un'attività commerciale?
Ed ancora: io, oggi, verrei qui ad investire in una impresa commerciale, chessò, nella ristorazione, nel terziario avanzato, nell'agricoltura?
O, magari, potremmo articolare la domanda in un'altra maniera: essendoci già qui, oggi, se domani mi offrissero un posto di lavoro (stesse mansioni e medesimo trattamento economico) altrove (non dico in Barbagia, che come il nostro splendido Gargano stuprato è selvaggia, vivida e spettrale), io accetterei?
Oppure, arricchendola: se oggi, mentre svolgo il mio lavoro, mi avessero puntato una pistola alla tempia per 120 euri, oppure, se percorrendo in auto una strada qualsiasi, non mi fossi miracolosamente salvato da almeno 20 collisioni con pazzi al volante, oltre ad aver non-si-sa-come mantenuto il controllo dopo decine di balzi su fosse e scalini od in uno dei mille laghi artificiali che si creano con la pioggia, oppure, e finisco lo sfoghetto-domanda, se io, oggi, invece di buttare via almeno due ore su otto/nove ore lavorative in code, colonne, imbottigliamenti, avessi potuto studiare meglio un regolamento, fare qualche visita di cortesia a miei clienti, informarmi su di un potenziale contatto, studiare un pò le prossime mosse o, magari, andarmi a rilassare un pò, che ogni tanto ci vuole, se tutto ciò non fosse successo, io sarei rimasto qui a Foggia, avendo la possibilità di darmela a gambe, e levate per giunta?!? Starei qui a scrivere questa mail, sperando in un angolino remotissimo del mio cervello che possa davvero essere utile, fare un pò di critica obbiettiva (nel senso che inquadro prima di fotografare), oppure mi godrei, chessò uno spettacolo in un teatro non-occupato da decine e decine di tessere di favore? Mi starei ancora a prendere veleno alle 23:04 di una giornata di m.... o me ne andrei a letto rilassato e fiducioso nel domani?
Mah: ora mi vado a fare una doccia, sfoglio qualcosa (se gli occhi resistono) e mi addormento, che domani ci sarà ancora da trotterellare, da schivare auto, da scansare fosse, da ignorare atteggiamenti tra il becero ed il provocatorio, da lavorare con la vaga sensazione di stare a chiedere l'elemosina, da vivere in questa città...o da sopravvivere?
Atti osceni 20 dicembre 2006

Siamo alle solite...
I politici affermano che l'analisi del Sole24ore è sbagliata... In realtà per i nostri amministratori gli abitanti di Zurigo invidiano gli abitanti di Foggia...
Si veda l'articolo di sotto...

FOGGIA - Qualità della vita. Sicurezza, Ciliberti: 'impossibile stare peggio di Napoli' (18/12/2006)
“Dissento dall´analisi del Sole 24Ore che vede peggiorato il parametro della sicurezza'. Lo afferma il sindaco di Foggia, Orazio Ciliberti, che condivide però l’analisi circa il miglioramento nel parametro ambientale e il peggioramento i quello dell’attività economica. 'In realtà - aggiunge - a Foggia, negli ultimi tre anni, la situazione in fatto di sicurezza se non è migliorata, quanto meno è rimasta stabile ed è tendenzialmente migliore di quella degli anni precedenti. Abbiamo avuto meno omicidi e meno furti, con un lieve incremento di rapine ed estorsioni a fronte di una generale diminuzione di altri reati”. “E´ assurdo – contunda Ciliberti che si chiede - ma come possiamo stare peggio di Napoli? Credo che ci sia stato qualcosa che non ha funzionato nell´analisi dei dati'.
Saluti,
GT 19 dicembre 2006

E vai!!  Anche quest'anno ce l'abbiamo fatta ad arrivare nelle ultime posizioni della classifica del  SOLE 24 ORE. I sognatori, gli ottimisti ed i malati terminali di utopia sono serviti. Chi come me e qualche altro frequentatore del forum sperava che qualcosa cambiasse è stato servito a dovere da una classe politica che rispecchia in pieno la città. Certo, noi denigratori di tanta brava gente dobbiamo chiederci cosa abbiamo fatto per cambiare lo stato delle cose? In tutta franchezza devo dire: poco, se però lo rapportiamo all'immobilismo ed al qualunquismo della città, diventa tantissimo. Già il prendere coscienza della situazione, discuterne e farci esplodere il fegato dalla rabbia è qualcosa, se poi cominciassimo a pensare ed a comportarci in maniera diversa, ad avere più senso civico, più rispetto per gli altri e per le cose degli altri, forse riusciremmo a lasciare questo stramaledetto quartuiltimo posto.

Concludo con i versi di L. Tenco:  "VEDRAI VEDRAI, VEDRAI CHE CAMBIERA', FORSE NON SARA' DOMANI, MA UN BEL GIORNO CAMBIERA' "

AUGURI A TUTTI!!!!!

ALIAS 19 dicembre 2006

Foggia non sta crescendo, sta degenerando, scadendo, declinando.
E’ una triste realtà tornare nella città che mi ha cresciuta e accorgermi che non ha più nulla da offrire, non ha più nulla per incuriosire, non ha più nulla da insegnare in nessun campo, in nessun settore, in nessuna attività.
Ogni volta che ritorno, mi accorgo che sono aumentate le cartacce per le strade, è aumentata la regressione giovanile, l’ignoranza, l’assenza totale di prospettive, la delusione per il futuro. E’ lampante il lassismo, la passività dei ragazzi è raccapricciante.
“Non conosco nessuno qui, da questa città sarò costretto/a ad andarmene...
Sarò costretto/a a lasciare la mia famiglia, le mie origini perché sono solo un ragazzo/a qualunque...”
E con queste prospettive è inevitabile pensare alla dura immagine che ci ha regalato Woody Allen: “Quando pensi di aver raggiunto il fondo, prendi la pala e inizia a scavare...”
Più che meritato il 100esimo posto sulle 103 province italiane analizzate per qualità della vita, per prospettive, per gradimento, per sicurezza dal celebre quotidiano di economia e finanza.
Basta con la comoda frustrazione del falso razzismo di “questi giornali del nord” che utilizzano “chissà quali differenti parametri per le città del sud”
Questo 103esimo posto è il più bel regalo di Natale che le amministrazioni comunali e provinciali ci potessero far trovare sotto l’albero. Con le bellezze del nostro territorio, basterebbe veramente poco a risollevarci ma il Natale è la festa della “generosità solo per pochi...”
Grazie di cuore, grazie per avermi portato via l’orgoglio di essere foggiana.
Daniela 19 dicembre 2006


Seguo da molto tempo il vostro forum: complimenti per la forma essenziale e diretta, senza fronzoli o estetismi superflui.
Ho sempre apprezzato la varietà di opinioni e di spunti che si possono trovare, anche quando si incontrano pensieri sconnessi od espressi in maniera confusa, oppure quando ci s'imbatte in episodi di ipocrisia o, peggio, di vile e cancerogena infiltrazione (personalmente, penso, a livello umano, che un individuo come quello che si firma W Foggia e dice quello che ha detto, come lo ha detto, non debba essere preso in considerazione: è uno di quelli che fanno le cose spregevoli di cui molti si lamentono e che quasi tutti subiscono.... e pochi criticano, p.s.: complimenti ad AntonioStory, ad attiosceni, ed a tutti quelli che fotografano lo scempio nel quale viviamo, usando le immagini che, come dicono Toscani e Popper, valgono più di mille enciclopedie...).
Proprio in virtù dell'apprezzamento di cui sopra, vi inoltro una segnalazione piuttosto curiosa: lavorando nei media, mi sono trovato ad analizzare una puntata di "Report", la trasmissione di RaiTre, ed ho trovato qualcosa che, penso, a voi foggiani interesserà e non poco (anzi, a qualcuno farà forse venire una ciste biliare....).

Vengo al dunque: visionando questo filmato http://www.media.rai.it/mpmedia/0,,RaiTre-Report^11112,00.html
ho avuto modo di notare una cosa curiosa: una "coop" di Foggia, notoriamente etichettata come referente per la destra, ha fatto una "donazione" di 1.500 euro a Nichi Vendola, in tempi di campagna elettorale.
Nulla di strano, a quanto pare: infatti, se avrete la costanza di seguire la puntata di Report che vi ho linkato sopra, scoprirete quale squallido mercimonio e quante prostitute e papponi esistono nel nostro attuale sistema politico.
Solo, a me, distante dal contesto nel quale vivete, sembra particolarmente buffo che una "certa" coop. TreFiammelle sia etichettata come "Coop Rossa", come detto dal giornalista che ha realizzato il reportage.
Nessuno vuole correggere il giornalista, affinchè sappia anch'egli che anche le emanazioni destrorse della city of Foggia hanno finanziato "Nichi"?
Nessuno lo dirà ai tanti latenti o palesi fasciscidi che impestano la Vostra città, vero?
Diteglielo, che chissà se non si sentiranno un pò presi per il c..o......ed io sghignazzo, continuando a spulciare...sapeste cosa può venir fuori, da un motore di ricerca, se interrogato bene....
In allegato, i documenti "immediati".....
Alla prossima "spulciata"......

spulciatore 7 gennaio 2007

Riporto di sotto un articolo letto in rete...
Meditate gente, meditate...
Saluti,
GT 7 gennaio 2006
Amgas: il clientelismo a colori
C’era una volta l’Amgas. Era una e municipalizzata. Erogava gas. Adesso è una Spa che gestisce reti e vendite. Si sono moltiplicate le tonalità, ma il capitale è rimasto pubblico.
C’è Amgas rosso, c’è Amgas blu. A breve prenderanno vita Amgas viola ed Amgas verde.
Ogni colore ha (o avrà) il suo Consiglio d’Amministrazione ed ogni Consiglio ha i suoi politici da accontentare. A spese della collettività.
L’Amgas Spa assume. La notizia dovrebbe far piangere di gioia un territorio assetato di lavoro e di certezze. Invece i lavoratori dell’azienda protestano. Sono impazziti? Tutt’altro: l’Amgas è patrimonio dei foggiani, è azienda ricca e per i nostri politicanti da quattro soldi è impossibile guardarla senza aver voglia di metterle le mani addosso e spremerla come un limone. E così stanno moltiplicando le assunzioni inutili, sistemando un po’ di figli e nipoti come portinai in reception. Impiegati non giustificati da alcun bisogno.
C’è di più: al Comune opera una ditta, la PBS, che si occupa di gestione informatica
Anche questa ditta ha preso ad assumere: il nipote di Capocchiano, il figlio di Panniello, giusto per dirne un paio. È l’economia che riparte? Il miracolo economico? Nulla di tutto questo. La PBS sta per essere inglobata da Amgas viola in maniera tale che altri figli di rappresentanti del popolo possano felicemente gravare sulle spalle della collettività. Permettendo a Tavasci (presidente del CdA Amgas) di controllare, oltre alla banca dati delle riscossioni Gema, anche quelle dei tributi al Comune. Permettendo a Marco Pizzolo (vice presidente dell’Amgas Spa ed ex segretario cittadino dei Ds) di ben rappresentare la Quercia nella spartizione. Ai vari Clemente, Lo Mele, Aimola, Cavallo (tutti nel CdA) di saturare la lottizzazione di un bene collettivo.
Questi, cara plebaglia, sono i vostri rappresentanti! Continuate a strisciare ai loro piedi!
L’Amgas farà la fine della Federico II Airways.
Poi i becchini della prima si ricandideranno alle elezioni e sfideranno i becchini della seconda.
E voialtri, cittadini, correrete a votarli perché vi avranno promesso un lurido posto di lavoro in nero per voi o per i vostri figli. Li rivoterete perché siete incapaci di organizzarvi per conto vostro e pensare all’avvenire. Li rivoterete perché in fondo vi piace farvi derubare e poi andare a lamentarvi alla posta.
Noi, cari inutili politicanti, non votiamo. Noi non siamo clienti Amgas Spa, né clienti vostri.
Noi sosteniamo ed invitiamo a sostenere le azioni che i lavoratori metteranno in atto per impedire l’ennesimo esproprio legalizzato ai danni di una città che dorme il sonno dell’anestetizzato.
Un’ultima domanda: dove sono quelle anime belle che gridavano allo scandalo morale ogni volta che sentivano parlare di ruberie e furti dei governi precedenti? Quelli che ritengono che il conflitto d’interessi possa applicarsi solo a quel tale di Arcore? Quelli che giuravano sui sacri testi d’essere fatti diversamente – per esempio – da quel fascista che c’era prima?
Che il nostro disprezzo possa raggiungervi.
Buone feste (fatte), precari!
Anonima Fratellanza di Jacob
exproprio@katamail.com
* manifesto affisso a Foggia il 4 gennaio 2006


Sono d'accordo con Alias quando dice che i politici foggiani sono scrocconi ed altro, altrimenti non eravamo, come al solito, nei bassifondi della classifica del sole 24 ore. Caro Alias, non è l'unico, quello che hai visto, è questo è niente rispetto a quello che fanno. Magari si limitassero a scroccare qualche pasticcino!!! Quello che fanno e purtroppo il cittadino non vede è roba da far rabbrividire il peggior delinquente. Purtroppo per motivi di lavoro ho a che fare con le amministrazioni e quello che vedo ogni giorno, in queste zone è assolutamente fuori dal normale. Altro che Foggia cresce? questa città ormai è arrivata quasi all'inferno. Comunque i dipendenti comunali non sono da meno. Assenteismo, ignoranza, presunzione, maleducazione ecc. ecc. sono all'ordine del giorno. La cosa peggiore a cui assisto è l'assenteismo, persone che timbrano decine di cartellini e vanno via, chi passa la giornata al bar, chi passa il venerdì al mercato, chi non si presenta è risulta presente. E' vi assicuro che non sono pochi e non è un caso, questa è la regola. Per non parlare dell'abuso che viene fatto dei telefoni, quasi sempre per motivi personali e la cosa peggiore è che purtroppo i cittadini devono pagare questi parassiti. A proposito di classifiche, si è vero, come al solito siamo sempre negli ultimi posti della vivibilità, pero anche il foggiano c'è la mette tutta per peggiorare le cose. Fatevi un giro in periferia e vedete cosa buttano i foggiani per le strade. Vi voglio ricordare che se chiamate l'AMICA, l'elettrodomestico lo ritirano per solo 1 €, quindi non c'è bisogno di abbandonarlo in periferia, perché inquina, perché qualcuno pagato da noi dovrà comunque ritirarlo, e vi costa sicuramente più di carburante per trasportarlo e abbandonarlo (mi riferisco a chi lo fa, naturalmente). Vogliamo parlare anche dell' educazione stradale. Io non ho parole per definire i foggiani alla guida di auto e scooter. Io sono nato in questa città e ci vivo da sempre, tranne qualche periodo passato in altre città e all'estero per motivi di lavoro, ogni giorno spero in un miglioramento ma purtroppo l' impatto con la realtà mi fa svegliare da questo sogno ma non perdo mai la speranza sul futuro….. che siamo noi. Buone Feste a tutti

Alex 23 dicembre 2006

politici foggiani magnoni?

Salute a tutti! Eh si, caro Alias, concordo su quanto hai scritto. Scene, del tipo da te descritta, le ho viste anch' io. Solo su una cosa non sono d' accordo; è vero che, forse, qui al Sud la mentalità del "magna-magna" è più accentuata che altrove, ma non è esclusiva foggiana, bensì italiana. Credi che i nostri "cari" ministri paghino qualcosa? Non pagano (per legge!) l' autostrada, la benzina, la telefonìa (sia mobile che fissa), gli alberghi, i ristoranti, i treni, gli aerei, il cinema, il teatro etc. etc....figuriamoci se pagano un misero caffè! Come suol dirsi, il pesce puzza dalla testa, non so se mi spiego. In Italia e anche qui a FG, purtroppo, vige la seguente "legge": chi ha i soldi e/o il potere, paradossalmente NON PAGA NULLA, mentre i "fessacchiotti" della strada, cioè NOI, pagano anche per loro...a proposito, se fossi al posto del barista in questione, il sigaro lo userei per fargli la colonrettoscopìa, ovviamente ACCESO, per fargli capire quanto possa scottare giocare col fuoco, vale a dire col lavoro altrui!
Se vogliamo crescere e far cambiare la nostra città, facciamo anche questo, cioè non diamo corda a questi politicanti della minchia e anzichè aspettare le prossime elezioni per prenderli a calci nel culo, cominciamo a tirarglieli in mezzo alle gambe!
Auguri di buon Natale e felice anno nuovo a tutti i lettori/frequentatori di questo spazio web ed anche alla redazione per questo servizio che ci offre: grazie!
Jerry. 23 dicembre 2006

Ma da chi siamo amministrati?
Quasi tutti i giorni verso le 13 mi reco presso un noto bar di Foggia per la pausa pranzo e mi capita di vedere sempre la stessa scena: uno noto consigliere comunale, di ometto il nome, entra con i suoi due telefonini in mano, il sigaro in bocca (che fa tanto politico!), elargisce sorrisi a destra e a manca, si avvicina al buffet e mangia un pò di stuzzichini vari. Poi va dal barista ed in un bicchiere di carta si fa mettere due dita di spumante. Fin qui nulla di strano, se non fosse che NON PAGA!!! Proprio ieri il barista si è lamaentato, dicendo che è una storia che va avanti da mesi!!!
Sarà una stupidaggine, è vero, e non tutti sono così, però ci fa capire chi è il politico foggiano: uno scroccone, un ignorante che non capisce niente di polica, buono solo a pavoneggiarsi del suo stato momentaneo di grazia ed a curare i propri interessi e lontano anni luce dal comprendere i reali problemi della città ed i bisogni della cittadinanza.
Purtroppo la colpa è solo la nostra, noi li abbiamo eletti e purtroppo per dargli un calcio in culo dobbiamo aspettare le prossime elezioni.
Ciao, Ciao!!
ALIAS 21dicembre 2006


FOGGIA - Cd e dvd contraffatti: ingente sequestro dei vigili urbani (18/12/2006)
Gli agenti del Nucleo di polizia annonaria del Comune di Foggia hanno sequestrato numerosi cd e dvd contraffatti e denunciato alcuni ambulanti extracomunitari. In particolare i vigili hanno sequestrato oltre 5600 pezzi a seguito dell’ennesima operazione svoltasi nel centro della città.
.....MA IN PIAZZETTA OGNI SERA QUEL MAXICARRETTO CON CD E DVD A 2 EURO L'UNO,
QUALI COPERTURE HA? MA DA QUANTI ANNI è Lì?
FRANCESCO (fg) 18 dicembre 2006


VIGILI URBANI O SOLDATI?
questa mattina alle 7,30 il mercato del venerdì era già un caos. non mi era mai successo prima a quell'ora, ma sono rimasta bloccata con la mia auto perche qualche intelligentone ha messo la sua in doppia fila.
mi sono rivolta al vigile urbano che era di servizio al mercato vicino lo stadio e gli ho chiesto di intervenire.
mi ha risposto che "non poteva lasciare la sua postazione se non per questione di vita o di morte e su autorizzazione del suo superiore". alla mia insistenza ha contattato la sua caserma con la sua radio che ha risposto che la prima pattuglia abilitata al genere di intervento montava alle 8,00. ho ancora insistito ma quando un superiore è giunto su richiesta l'intelligentone era già andato via. "postazione", "montare", "intervento", quasi quasi altolà o sparo. e che è?
benedetta da foggia 18 dicembre 2006

Vigili (in) urbani

Il traffico impazzisce, ed i dipendenti della cittadinanza che fanno? Fumano una sigaretta, mandano sms, chiacchierano tra loro.
Le foto peggiori le mandero' la settimana prossima, cosi' vediamo, se si accorgono delle critiche e delle lamentele, e fanno il loro lavoro, ossia disciplinare, decongestionare e rendere tollerabile il traffico, magari ci ripenso, e non gli faccio fare la figuraccia che meritano....
P.S.: ieri sera un agente delle volanti mi ha invitato a parcheggiare meglio: effettivamente, avevo esagerato nel salire sul marciapiedi; ho obiettato che era il terzo giro che facevo, che era sera tardi e non intralciavo il passaggio dei pedoni, e che poi, a finale, ci sono sempre le macchine su quel tratto di marciapiede: l'agente, rispondendomi, mi ha illuminato: ha detto "beh, noi stiamo cercando di farle perdere, certe cattive abitudini, e, prendendo a campione, cerchiamo di educarvi".
Perfetto: io vi auguro buon lavoro, che ce n'e' tanto da fare!!

10 dicembre 2006

Gioventu' Italiana abbandonata a se stessa: poi, scoprono il "bullismo", e fanno simposi, installano video-camere e sprecano fiato .

la foto e' stata presa davanti alla Gioventu' Italiana a crso Matteotti

10 dicembre 2006


Cari amici, nelle prossime ore si consumerà l'ennesimo dramma per la ns provincia !!!!!in questo intervento voglio segnalarvi un ulteriore allarmante caso di involuzione economica e civile della ns provincia.
A un anno dalla decisione di chiusura dello zuccherificio dell'incoronata i ns politici si sono accorti di quest'ulteriore perdita economica del ns territorio (dopo, in termine di tempo della Scuola di Polizia etc. ) cadendo letteralmente dalle nuvole. La cosa è passata nell'indifferenza completa
della ns classe politica e istituzionale, ma la cosa più grave che la SFIR (proprietaria dello stabilimento ) sarebbe stata disponibile a rimanere in provincia di foggia, trasferendosi nell'area industriale di Manfredonia, poichè per le nuove direttive comunitarie il prodotto da lavorare non deve essere più la barbabietola da zucchero ma la canna da zucchero.

La Canna che dovrà essere importata da paesi terzi (cuba, sud america etc.)arriverebbe in Italia su grandi navi mercantili. Quale porto migliore, se non quello di manfredonia noto per i suoi alti fondali ma particolare importante è il rimanere in provincia di Foggia attuando cosi l'accordo intercorso con le rappresentanze sindacali per la chiusura dell'Incoronata. !

Cosa positiva di questa possibile operazione è che la SFIR si è dichiarata disponibile ad attivare (finalmente), a sue spese i famosi nastri trasportatori(pagati con i nostri soldi ) per la movimentazione della merce. Questo significherebbe assoluta assenza di trasporto su gomme con tutti i suoi vantaggi. Altro particolare interessante la costruzione di una centrale elettrica per il fabisogno energetico dello stabilibento, utilizzando combustibile olii vegetali(direttiva di Kioto) forniti dai nostri agricoltori di cui sarebbe stata la promotrice per la coltivazione di piante oleaginose. Produzione di energia con Zero emissioni dannose per l'ambiente e in più dare una spinta al ns. comparto agricolo.

A questo punto Vi chiederete cosa impedisce tutto questo ? I

n questi ultimi tempi si sono fatte mille illazioni quale quella di voler utilizzare rifiuti urbani nella centrale elettrica,(non è un 'inceneritore ! ) oppure che lo stabilimento sorgerebbe troppo vicino alle abitazioni (ma se è zona industriale non sono state forse le abitazioni a sorgere troppo vicine ?! )

La giunta comunale di Manfredonia ha sempre denunciato una mancanza di informazioni sul progetto, cosa che vi posso assicurare falsa in quanto il giorno prima dell'ultimo consiglio, la SFIR aveva consegnato ad ogni singolo consigliere una copia del progetto. Sembrava tutto pronto per il parere favorevole, invece all'UNANIMITA' il consiglio con a capo il Sindaco ha bocciato il progetto.
EPISOdio che illumina le conclusioni: I tecnici della SFIR durante un sopralluogo ai nastri trasportatori, nella zona portuale, si sono identificati ai lavoratori della cooperativa che gestisce la sorveglianza e la picola "manutenzione". Alcuni dei presenti hanno esclamato "C.z.o ora ci tocca lavorare ". MORALE di questa triste storia: La popolazione (penso che non sia l'unica ! ) di Manfredonia che risulta quarta in Italia per rapporto abitanti-sussidi elargiti (disoccupazione, cassa integrazione, invalidità civile etc.) preferisce continuare a vivere così comè continuando a vedere i propri figli emigrare o a "imparare " il mestiere dell'assistito eterno.
Gli amministratori hanno ben visto: spartirsi la torta dei suoli per costruici ville, e residence per la condivisa gioia dei soliti palazzinari mafiosi. Amici miei che dirvi....non ci rimane in un prossimo futuro, e vi garantisco non molto lontano, di lasciare questa ns amata terra per luoghi migliori. P.S Il Ministro si è defilato dalla questione e vi grantisco che sta pensando di far trasferire a Lecce, sua citta natale , il progetto.(Quale campagna elettorale migliore: gratis ) N.B Trani e Barletta (Bari) si sono candidati (..e poi ci lamentiamo dei Baresi !!!!)

Antony 11 dicembre 2006  


Antonio da Foggia 2 dicembre 2006

Risorse messe a disposizione dai Por 2000/2006 Mis 5.1 Fondi di otto milioni di euro,non sono pochi per una citta’ anzi un paesone come Foggia.Fondi per il decoro urbano e lavori pubblici,soldi che serviranno per lavori sulla viabilita’ pedonale e veicolare, Zona chiesa di Borgo Croci (390.252euro), Viale xxiv maggio zona nord e zona sud per rispettivi(395.243euro), Via della repubblica e via conte appiano(630.572) .Sfortunatamente dopo varie lamentele fatte all’ufficio tecnico del comune di Foggia in Via Giuseppe Pesola,10 avviene l’ennesima fumata nera,Via centralissima della citta’,Via parallela di Corso Roma,Via gia’ nota al comune di Foggia purtroppo per eventi poco piacevoli,marciapiede disastrato.tombini dislevati.Mi chiedo quando sono in programma le riparazioni urgenti  ai marciapiedi di via Giuseppe Pesola,10.Come facciamo il nuovo look alla citta’ quando non si e’ capaci di rifare venti metri di marciapiedi?Mi auguro che un decimo di questi soldi siano destinati ai marciapiedi ormai cosi’ discussi di Via Giuseppe Pesola,10,altrimenti sono costretto a rivolgermi alla procura.


...volo per Milano

pare che finalmente anche i foggiani tornano a volare ,ma come sempre è un volo monco..
mi chiedo come mai non ci sono voli il sabato e la domenica? se vien voglia di farsi un wekend a milano o prendere li la coincidenza aerea x un volo nelle altre città europee nel wekend come al solito i foggiani sono puniti
Peccato il nostro destino è quello di avere sempre tutto a metà

soleado 2 dicembre 2006


Saluti a tutti. Caro Salvatore, riguardo al discorso sulla NOSTRA inciviltà ribadisco che è COLPA NOSTRA, che ci sentiamo o meno di appartenere a certe categorie. Rispetto il tuo parere ma, mi vien da chiederti, tu non hai mai buttato carte per terra? Non sei mai passato col rosso? Non hai mai parcheggiato in doppia fila? Ti fermi SEMPRE ai passaggi pedonali per dare la precedenza ai pedoni? Rispetti gli orari della raccolta rifiuti? Fai la raccolta differenziata? Non parcheggi mai sui marciapiedi? Potrei continuare all' infinito... io, almeno una volta e anche più, ho fatto questo ed altro e non ne vado fiero; vado fiero, però, del fatto che ho preso coscienza che sono atteggiamenti sbagliati e sono corso ai ripari: mi sono impegnato con me stesso a non commetterli più, in barba a qualsiasi amministratore, mi spiego? Se dovessi aspettare che un altro mi dica quel che non devo fare, magari sanzionandomi, starei fresco! Questo è ciò che intendevo nel precedente post. E' il NOSTRO atteggiamento che DEVE cambiare; fino a quando delegheremo agli altri, chiunque essi siano, le responsabilità dei comportamenti errati che attuiamo anche noi (inteso come "noi" sociale), le cose non cambieranno. Se pensi, tra l' altro, che bastino dei vigili urbani per togliere lo schifo che c' è su Via Manerba e in giro, ti sbagli di grosso! Sono le leggi ad essere sbagliate, capisci? Ero presente quando sono intervenuti prima la Polizia e, qualche giorno dopo, anche i Carabinieri. Se credi che abbiano POTUTO FARE qualcosa o sei ingenuamente ottimista, oppure hai scarsa conoscenza di come stanno le cose in materia di leggi. L' effetto che hanno avuto è stato solo quello del soffio d' aria in mezzo a quintali di polvere. Passata l' aria, la polvere si è posata peggio di prima! Per le assicurazioni, invece, rimango sempre della stessa idea, perchè tra i numerosi mestieri che mi sono capitati, figura anche quello in una grossa compagnia, proprio qui a FG. Ti basti solo sapere che, all' "indottrinamento", ci dissero apertamente di OMETTERE appositamente alcune postille...non ti dico il resto perchè è roba da attualità giornalistica, ma già ci siamo capiti e questo basta e avanza. Secondo te, poi, le polizze a vita sono solo da riscuotere quando si muore? Staremmo freschi, perchè quasi nessuno le farebbe! Quando scade il periodo del contratto, si possono riscuotere( o meglio, si POTREBBERO, ma non sempre è così...), ma non hai nemmeno idea di cosa c' è sotto...è evidente che non lo sai: le assicurazioni prendono anche i soldi pubblici, direttamente dalle NOSTRE TASSE, per cui il tuo discorso sui conteggi che hai fatto è, in realtà, quello che vogliono farci credere e almeno con te ci sono riusciti! Il foggiano che truffa l' assicurazione, NON truffa tutti i foggiani, ma commette soltanto un reato per il quale sarà perseguito, qualora sarà scoperto, nei termini di legge. Per dirla in breve, se il mio vicino di casa fa una rapina ad un supermercato, non la fa certo a me o a te e comunque il supermercato NON PUO' in nessun modo impedirmi di acquistare i suoi prodotti per questo motivo! Ritorno sempre a dire che il foggiano è senz' altro un tipo di individuo dedito, il più delle volte, alle truffe, ai raggiri, alle inciviltà come molti altri italiani ecc. ecc., ma a parte i tantissimi foggiani ONESTI, lo sbaglio maggiore che fa è quello di declassare la sua città e gli altri, nonchè di porsi sopra un piedistallo, perchè colpevolizza SOLO gli altri per le cose che non vanno, anzichè essere umile e capire che prima di essere gente, bisogna essere uomo...facciamo la nostra parte, quindi, e forse qualcosa cambierà in meglio: provare per credere!
Ciao da Jerry. 2 dicembre 2006

Ciao Jerry se in via Manerba il sabato sera ci sono bottiglie rotte, carte da pizza a quintali, bicchieri e bottiglie di plastica sparsi per la strada etc…credo che gli amministratori dovrebbero inviare i famosi vigili urbani a distribuire multe agli “imbrattatori” verso cui sinceramente non provo alcun senso di appartenenza e per i cui reati quindi non mi sento affatto corresponsabile. Questo è il tipico caso in cui gli amministratori potrebbero rendere un servizio a Foggia a costo zero bensì guadagnandoci dagli incassi delle multe.

Per quanto riguarda le assicurazione è assolutamente vero che ci sono truffe a Foggia così come a Milano e a Modena, ma evidentemente il numero delle truffe fatte a Foggia è di gran lunga maggiore di quello delle altre città. Non voglio difendere le assicurazioni che rappresentano una delle lobby più potenti d’Italia e fanno di tutto per creare accordi di cartello e limitare la concorrenza, ma la tua accusa alle assicurazioni è poco condivisibile. Le assicurazioni sono società private che offrono un servizio molto semplice. Un’assicurazione incassa da ogni cliente 10 euro e gli promettono di parargli 100 se un determinato evento si verifica (un incidente stradale per esempio) Immaginando di avere 1100 clienti l’assicurazione incassa 11000 euro. L’assicurazione sa che in media ci saranno 100 incidenti e che quindi dovrà pagare in media 10000 euro. Il suo guadagno medio sarà quindi 1000 euro. Se però a Foggia ci sono i furbi e gli incidenti non sono 100 ma 200 l’assicurazione dovrà pagare 20000 euro con una perdita di 9000 euro! L’assicurazione quindi ha due sole possibilità: o non assicura più i foggiani oppure fa pagare ai foggiani un premio di 20 euro anziché 10. La morale è che quando un foggiano fa una truffa all’assicurazione in realtà sta truffando tutta Foggia! Per quanto riguarda le polizze vita è vero che non rendono nulla se si rimane in vita, ma questo è ovvio lo dice la parola stessa bisogna morire per essere risarciti. Anche qui si paga un premio molto alto all’inizio che difficilmente sarà recuperato al termine del contratto. Quindi chi si sente truffato da una polizza vita è colui che non ha capito cosa comprava, ossia un’assicurazione e non un investimento. Perché non l’ha capito è un altro problema. Forse non l’ha capito perchè il suo amico promotore gli ha fatto credere che la polizza vita era uno strumento per far soldi col capitale garantito e bla bla bla…Ma l’amico promotore guadagna per ogni polizza venduta e quindi se ne infischia dell’amicizia e piazza le sole. Non c’è bisogno di arrivare a Berlusconi per avere esempi di conflitto di interessi ;-).

Salvatore 28 novembre 2006

...e' anche colpa nostra.......

Ciao a tutti. La nostra città è in forte degrado e su questo non ci piove. Leggo, però, cose che spesso non hanno completo fondamento. Ad esempio, in zona Macchia Gialla la gente, evidentemente, ha i suoi bei giardini perchè le case che son state costruite lì, son state fatte coi giardini. Se si sborsano i cari soldoni dal portafogli, per chi se lo può permettere perchè ha un buon lavoro, chiunque può comprare una casa col giardino! Gli scivoli che si vedono in foto, inoltre, sono parte del complesso costruito, ma non per "discriminazione", bensì perchè le cose si evolvono ed anche le case...a Candelaro non ci sono, è vero; ma le abitazioni a quanti anni fa risalgono? A quei tempi erano previste tutte queste cose? Se andate in quella zona, inoltre, di fronte c'è anche un parco giochi, è vero, ma non funzionante, nonostante sia stato completato! Anzi, vi dirò di più: vedo spesso gente che ci fa andare dentro i propri cani a fare i bisogni! Immagino, quindi, il giorno in cui aprirà e i bambini dovranno fare zig-zag per scansare le cacche... Riguardo all' immondizia, poi, non so se avete visto Report di domenica scorsa 19 Novembre 2006, su Napoli: quella è VERA immondizia!!! Lì, se non scavi con la ruspa, non potrai mai vedere se sotto c'è una strada, non so se mi spiego! Bene o male, checchè se ne dica, siamo ancora a livelli d' oro riguardo alla pulizia delle strade e se alcune sono sporche, è solo per il fatto che NOI siamo incivili! Non ci credete? Bene, fate un giro in Via Manerba, dove c'è una nota pizzeria di cui non faccio il nome (perchè non c' entra nulla in questo discorso) soprattutto la domenica mattina presto, verso le 7.00, oppure il lunedì mattina prima che passino gli operatori ecologici. Vedreste uno schifo indescrivibile: bottiglie rotte, carte da pizza a quintali, bicchieri e bottiglie di plastica per strada, buste, addirittura sedie(!)rotte ecc.ecc.ecc. e sapete perchè? Perchè, soprattutto il sabato sera, si riuniscono centinaia di bastardelli che, oltre ad intasare COMPLETAMENTE la strada e in modo a dir poco prepotente, combinano di tutto e di più, in barba alle minime regole di civiltà e rispetto! Anche lì, allora, le colpe sarebbero degli amministratori? Troppo comodo additare gli altri per lo schifo che NOI combiniamo! Gli amministratori hanno tantissime colpe, ma a volte noi siamo la loro perfetta copia senza volerlo ammettere! Inoltre, spesso ci meritiamo ciò che abbiamo e mi riferisco a quanti credono ancora nella Befana! Infatti, nonostante l' esperienza ci abbia insegnato che in tempo di votazioni tutti sono buoni, ti conoscono, ti salutano e ti promettono mari e monti, facendo viscidamente leva sui problemi della gente (disoccupazione, degrado sociale, case per abitazioni ecc.), continuiamo SEMPRE a cadere negli stessi tranelli e ci ritroviamo a votare i bastardi che ci ritroviamo...ma lasciamo da parte questa cosa, perchè vorrei dire un mio pensiero anche alla gentile signorina Giò, riguardo alle assicurazioni. Non ti meravigliare se ti è stato negato quanto hai dichiarato. Il motivo, però, non è tanto il fatto che qui a FG ci sono falsi sinistri, perchè ti assicuro che anche a Milano e Modena ci sono! Il problema è che le assicurazioni investono lì dove sono sicuri di poter guadagnare! E' troppo comodo da parte loro rinunciare a stipulare contratti solo per il fatto che una persona vive a FG: delinea il loro vero scopo, cioè quello di voler SOLO INCASSARE E MAI PAGARE! Che la dicano tutta: sono soltanto associazioni per delinquere finalizzate alla truffa e legalmente appoggiate(e questo è il guaio!), pronte a raggirare la gente pur di strappar loro contratti, dai quali loro stessi vengono meno in caso debbano pagare, tirando in ballo postille in calce mai viste, perchè magari scritte per poter essere lette soltanto al microscopio! E se non ci credete, fate una ricerca sulle polizze assicurative sulla vita e su quante persone non sono state pagate allo scadere dei contratti(compresi alcuni miei parenti)...se il foggiano può essere indisciplinato, ladro, casinista e incivile (ma per fortuna c'è anche tanta gente onesta!), loro non sono da meno e lo dimostrano PROPRIO NON STIPULANDO I CONTRATTI CON NOI E FACENDO UNA VERA E PROPRIA DISCRIMINAZIONE PER PURO TORNACONTO, mi spiego? Quindi, prima di autoapplicarci certi marchi come veri e propri blasoni negativi, vediamo anche CHI ci induce a farlo e PERCHE'! In conclusione, comunque, rimango sempre della stessa idea: l' Italia ha due tipi di mali, quelli LOCALI e quelli NAZIONALI; ma, qualunque essi siano, sta anche a NOI fare la nostra parte, magari educando al ripetto i nostri figli, dopo aver fatto un bell' esame di coscienza per capire se sono solo gli "altri" a commettere brutture e inciviltà, oppure anche noi!
Un saluto da Jerry! 23 novembre 2006

Sono un abitante del rione candelaro, mi sono stancato di portare l'etichetta "Abitante del rione candelaro". E' vero c'è degrado , c'è emarginazione, ma tutto dovuto all'assenza totale dell'Amm.ne Com.le, che ha ormai abbandonato a se stessa questa zona rendendola per forza di cose un ghetto. Sono stato pesante? E allora signori fatevi un giro tra le vie di candelaro vi accorgerete che non ci sono i requisiti minimi per una vivibilità dignitosa: non ci sono strutture sociali di aggregazione, totale assenza di strutture mediche, strade e marciapiedi (ma soprattutto quest'ultimi) impraticabili, alberi ormai che con la folta chioma toccano il terreno rendendo inefficiente l'illuminazione pubblica, scuola Manzoni abbattuta e ricostruita solo come scheletro rendendo onore all'altare dello scempio e divenendo luogo di malaffare di gente soprattutto estranea al Rione, che trova in questo luogo l'habitat ideale per svolgere losche "faccende". Eppure a "Candelaro" c'è gente onesta, che lavora, paga le tasse, carica di tenacia con la quale solo grazie a quest'ultima è stata evitata la chiusura della Scuola Altamura seppur priva di Direzione in quanto associata perifericamente alla Scuola Moscati, esiste una Caserrma dei Carabinieri, ma... inoperativa, e allora Signori cittadini tutti prima di etichettare un Rione come il Ns. "Regno del Malaffare" dovremmo fare prima un'analisi completa della situazione sia strutturale che sociale prima di emetter gudizio sù una zona di Foggia che parte già svantaggiata rispetto alle altre, ma che modestamente, è popolata, senza usare falsa modestia, in maggioranza da gente che ha da vendere: ONESTA', DIGNITA' e...CERVELLI! E pensare che con l'avvento della nuova Amm.ne (CILIBERTI) si era data priorità assoluta al riscatto delle periferie sotto tutti i punti di vista: struttali culturali, sociali, addirittura ipotizzando l'istituzione di un assessore ad hoc "ASSESSORE ALLE PERIFERIE" che avrebbe provveduto a risolvere i problemi delle zone in riferimento, e pensare che questo era stato un pilastro della campagna elettorale dei signori amministratori attuali, facendo breccia (com'era prevedibile) nella fiducia della gente delle periferie e nella fattispecie degli abitanti di Candelaro, ma tutt'oggi tale figura non esiste, ma Vi dirò di più, quest si è solo rilvelato un misero escamotage per rinpinguare il serbatoio "VOTI".Scusate se sono così crudo, ma sicuramente sempre più motivato a non mollare, e fare qualsiasi cosa affinchè la condizione di noi Periferici migliori e far sì che questa mia critica forse pessimistica ma Vi posso assicurare realistica sia di stimolo alle coscienze di chi ci Amministra...Firmato: Un personaggio scomodo, così come sono stato definito, in una riunione tenutasi qualche giorno fà al Rione Candelaro, ma io ne sono FIERO perchè io amo Candelaro e mi piange il cuore vederlo morire sempre di più ogni giono che passa.-

Martino 20 novembre 2006

A tenere banco in questo periodo nella politica e nel sociale è il presunto sforzo da parte di chi governa a creare equità e pari condizioni tra chi è ricco e chi è povero. Siamo tutti molto attenti all’animato dibattito sia a livello nazionale che a livello locale, ma questo non ci distrae da quella che è la realtà.

Come dimostrano le due foto allegate, a Foggia esiste una forte discriminazione tra chi vive in un qualsiasi quartiere popolare e chi vive in zone residenziali.

Accanto ai nuovi e lussuosi palazzi che stanno sorgendo in zona macchia gialla, capita sempre più spesso di veder consegnati ai residenti giardinetti e attrezzatissimi  parchi giochi per i bambini. Nei quartieri popolari come, ad esempio, borgo croci, invece, i bambini per fare un giro sull’altalena devono scavalcare il cancello dell’asilo comunale Filippo Neri. Assistere a questa scena è desolante ed umiliante. Nonostante i proclami di ogni parte politica, a Foggia accade questo.  Ancora più sconfortante è il fatto che con il passar del tempo le cose peggiorano: fino a pochi mesi fa il rione Candelaro vantava una caserma di vigili urbani molto attiva con almeno una decina di pizzardoni sia al mattino che alla sera. Oggi c’è solo la caserma; i vigili chi sa dove sono!

Nelle zone residenziali, invece, non si ci fa problemi a garantirsi la sicurezza ricorrendo alla polizia privata. Proseguendo, è sotto gli occhi di tutti il modo di rifare le strade nelle due tipologie di quartieri: in macchia gialla non esiste un rattoppo, è tutto rifatto. A Borgo Croci come al Cep solo rattoppi. L’illuminazione pubblica: due mesi fa in Via De Petra sono stati rimossi cinque pali di illuminazione perché vecchi e sostituiti con dieci nuovissimi di colore verde. Al cep, invece, continuano a stare quelli vecchi che adesso funzionano ed adesso no! Qualche decennio fa la situazione non era così palese, così sfacciata. Forse stavamo meglio quando stavamo peggio.

 

Via De Petra

Borgo croci

Raffaele da Foggia 11 ottobre 2006


recandomi al cimitero ho notato con grande stupore e  disgusto la "crocifissione " di molti cipressi ad opera della nuova  azienda appaltatrice della gestione dei lumini. I cartelli,   che avvisano dell'avvenuto cambio, sono stati appesi conficcando una vite, e sottolineo "una vite". Si  è pensato bene di passare dal chiodo a una  vite per provocare maggiore sofferenza alla pianta. Provate a immedesimarvi!!!!!!!!!!!! 
Poichè la ditta non è di foggia mi chiedo se il mal costume e l'inciviltà la si debba  anche importare., come se di nostro non ne avessimo abbastanza. Allego foto. Spero in un Vs intervento
grazie antonio talia 29 novembre 2006

Postato da anonimo foggiano da FoggiaWeb
il consiglio è -prima di guardare altrove.....




permalink | inviato da il 12/1/2007 alle 14:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



8 gennaio 2007

Guai per la P. amministrazione approvato disegno di legge

P.A.: I CORROTTI LICENZIATI IN TRONCO ANCHE SE PATTEGGIANO
ROMA - Tempi più difficili per i dipendenti pubblici che commettono reati. Il governo sceglie la linea dura prevedendo il licenziamento in tronco per chi si macchierà di corruzione, concussione e peculato anche in caso di patteggiamento. La novità è contenuta nel disegno di legge presentato dal ministro per le Riforme Luigi Nicolais e approvato dal consiglio dei ministri prima di Natale.

Sono i reati che hanno caratterizzato la stagione di Tangentopoli e che rendono intollerabile la prosecuzione del rapporto di lavoro. Secondo la normativa attuale, c'é il licenziamento, senza l'apertura del procedimento disciplinare, se, con rito ordinario, il dipendente viene condannato ad una pena di almeno tre anni. Diverse, invece, le conseguenze in caso di patteggiamento: sempre secondo la disciplina vigente, il dipendente che beneficia dello sconto di un terzo della pena, ridotta quindi a due anni, non perde il posto automaticamente. Il provvedimento Nicolais equipara, pertanto, chi subisce la condanna piena a chi patteggia.

La tesi esposta nella relazione che illustra il disegno di legge è che il reato in sé mina il carattere fiduciario del rapporto tra il dipendente e l'amministrazione (che rappresenta il datore di lavoro). Il fatto che la pena possa essere decurtata per ragioni processuali "non può attenuare l'impatto del reato sul rapporto di lavoro". L'obiettivo è quello di evitare che procedure che puntano a semplificare ed accelerare la definizione del giudizi penali "possano determinare benefici indiretti sui rapporti di lavoro pregiudicandone l'azione disciplinare". Che si dovrà aprire, comunque, per tutti gli altri reati e le cui sanzioni saranno graduate a seconda della gravità del fatto commesso: si va dalla multa fino al licenziamento passando dalla sospensione dal lavoro per un certo periodo di tempo. Il dirigente preposto all'apertura del procedimento disciplinare che risulterà inadempiente sarà considerato responsabile per danno all'immagine davanti alla Corte dei Conti.

Non solo: il suo comportamento sarà valutato anche sotto il profilo delle performance dirigenziali. Il provvedimento obbliga, inoltre, gli uffici amministrativi a comunicare tra loro lo stato dell'arte del procedimento penale. In particolare, oggi la Procura della Repubblica competente comunica all'Amministrazione l'avvio dell'azione penale senza dare notizia però dell'eventuale sentenza di condanna. Da qui l'incertezza in cui versano le amministrazioni, costrette a dover richiedere periodicamente gli aggiornamenti sull'esito del giudizio. La cancelleria del tribunale dovrà quindi trasmettere l'estratto della sentenza di condanna per consentire alle amministrazioni di adottare i provvedimenti di propria competenza. Per le condanne ad una periodo di reclusione superiore ad un anno la relativa sentenza dovrà essere trasmessa anche all'Ispettorato della Funzione Pubblica, consentendo così al ministero di monitorare i comportamenti delle amministrazioni.




permalink | inviato da il 8/1/2007 alle 1:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



28 dicembre 2006

LA GRANDE MINESTRA



Chi ha votato per l'indulto al Senato

di Antonio Di Pietro

voto_senato.jpg

La legge sull’indulto è legge dello Stato. E’ una sconfitta della legalità, della giustizia. Il risultato di un patto tra forze politiche solo in apparenza antagoniste. Ognuno ha tirato fuori i suoi dalle carceri o dai processi.


Io ho deciso di non dimettermi per continuare a testimoniare nella mia funzione di ministro e in Consiglio dei ministri la necessità di uno Stato basato sulla legalità,
trasparente verso i cittadini, rispettoso degli impegni presi in campagna elettorale.


Ritengo corretto, così come ho fatto per i deputati, pubblicare anche
i nomi dei senatori che hanno votato per l’indulto, tratti dal sito
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=hotresaula

 

ALLEANZA NAZIONALE
Buccico Emilio Nicola, Curto Euprepio, De Angelis Marcello, Matteoli Altero, Saporito Learco, Valentino Giuseppe.

AUT
Bosone Daniele, Molinari Claudio, Montalbano Accursio, Negri Magda, Peterlini Oskar, Pinzger Manfred, Rubinato Simonetta, Thaler Ausserhofer Helga, Tonini Giorgio.

DC-IND-MA
Antonione Roberto, Cutrufo Mauro, Girfatti Antonio Franco, Manunza Ignazio, Massidda Piergiorgio, Pistorio Giovanni, Rotondi Gianfranco, Santini Giacomo, Saro Giuseppe Ferruccio, Stracquadanio Giorgio Clelio.

FORZA ITALIA
Alberti Casellati M. E., Amato Pietro Paolo, Asciutti Franco, Azzollini Antonio, Baldini Massimo, Barba Vincenzo, Barelli Paolo, Bettamio Giampaolo, Bianconi Laura, Biondi Alfredo, Bonfrisco Anna Cinzia, Burani Procaccini Maria, Camber Giulio, Cantoni Gianpiero Carlo, Carrara Valerio, Casoli Francesco, Cicolani Angelo Maria, Colli Ombretta, Comincioli Romano, Costa Rosario Giorgio, D'Ali' Antonio, Dell'Utri Marcello, Fazzone Claudio, Ferrara Mario Francesco, Firrarello Giuseppe, Gentile Antonio, Ghedini Niccolo', Ghigo Enzo, Giuliano Pasquale, Grillo Luigi, Iannuzzi Raffaele, Iorio Angelo Michele, Izzo Cosimo, Lorusso Antonio, Lunardi Pietro, Malan Lucio, Malvano Franco, Marini Giulio, Mauro Giovanni, Morra Carmelo, Nessa Pasquale, Novi Emiddio, Palma Nitto Francesco, Pastore Andrea, Pianetta Enrico, Piccioni Lorenzo, Piccone Filippo, Pisanu Beppe, Pittelli Giancarlo, Possa Guido, Quagliariello Gaetano, Rebuzzi Antonella, Sacconi Maurizio, Scarabosio Aldo, Scarpa Bonazza Buora Paolo, Schifani Renato Giuseppe, Scotti Luigi, Stanca Lucio, Sterpa Egidio, Taddei Vincenzo, Tomassini Antonio, Vegas Giuseppe, Ventucci Cosimo, Viceconte G. Walter C., Vizzini Carlo, Zanettin Pierantonio, Ziccone Guido.

IU-VERDI-COMUNISTI ITALIANI
Bulgarelli Mauro, Cossutta Armando, De Petris Loredana, Pecoraro Scanio Marco, Ripamonti Natale, Silvestri Gianpaolo.

MISTO
Andreotti Giulio, Colombo Emilio, Cossiga Francesco, Del Pennino Antonio Adolfo Mar.

MISTO-PDM
Fuda Pietro.

MISTO.POP-UDEUR
Barbato Tommaso, Cusumano Stefano, Mastella Clemente.

RIFONDAZIONE COMUNISTA-SE
Albonetti Martino, Alfonzi Daniela, Allocca Salvatore, Boccia Maria Luisa, Bonadonna Salvatore, Brisca Menapace Lidia, Capelli Giovanna, Caprili Milziade, Confalonieri Giovanni, Del Roio Josè Luiz, Di Lello Finuoli Giuseppe, Emprin Gilardini Erminia, Gagliardi Rina, Giannini Fosco, Grassi Claudio, Liotta Santo, Malabarba Luigi, Martone Francesco, Nardini Maria Celeste, Palermo Anna Maria, Russo Spena Giovanni, Sodano Tommaso, Tecce Raffaele, Turigliatto Franco, Valpiana Tiziana, Vano Olimpia, Zuccherini Stefano.

UDC
Baccini Mario, Buttiglione Rocco, Ciccanti Amedeo, De Poli Antonio, D'Onofrio Francesco, Eufemi Maurizio, Fantola Massimo, Follini Marco, Forte Michele, Libe' Mauro, Maffioli Graziano, Maninetti Luigi, Marconi Luca, Monacelli Sandra, Naro Giuseppe, Pionati Francesco, Poli Nedo Lorenzo, Ruggeri Salvatore, Trematerra Gino, Zanoletti Tomaso.

ULIVO
Adragna Benedetto, Amati Silvana, Angius Gavino, Baio Dossi Emanuela, Banti Egidio, Barbieri Roberto, Barbolini Giuliano, Bassoli Fiorenza, Battaglia Giovanni, Bellini Giovanni, Benvenuto Giorgio, Bettini Goffredo Maria, Bianco Enzo, Binetti Paola, Bobba Luigi, Boccia Antonio, Bodini Paolo, Bordon Willer, Bruno Franco, Brutti Massimo, Brutti Paolo, Bubbico Filippo, Cabras Antonello, Calvi Guido, Carloni Anna Maria, Casson Felice, D'Amico Natale Maria Alfonso, Danieli Franco, De Simone Andrea Carmine, Di Siena Piero, Enriques Federico, Fazio Bartolo, Ferrante Francesco, Filippi Marco, Finocchiaro Anna, Fontana Carlo Ferruccio Antoni, Franco Vittoria, Galardi Guido, Garraffa Costantino, Gasbarri Mario, Giaretta Paolo, Iovene Antonio, Ladu Salvatore, Latorre Nicola, Legnini Giovanni, Livi Bacci Massimo, Lusi Luigi, Maccanico Antonio, Magistrelli Marina, Magnolfi Beatrice Maria, Manzella Andrea, Manzione Roberto, Marino Ignazio Roberto Maria, Massa Augusto, Mele Giorgio, Mercatali Vidmer, Micheloni Claudio, Mongiello Colomba, Montino Esterino, Morando Antonio Enrico, Morgando Gianfranco, Nieddu Gianni, Palumbo Aniello, Papania Antonino, Pasetto Giorgio, Pegorer Carlo, Piglionica Donato, Pignedoli Leana, Pisa Silvana, Polito Antonio, Pollastri Edoardo, Procacci Giovanni, Randazzo Antonino, Ranieri Andrea, Roilo Giorgio, Ronchi Edo, Rossa Sabina, Rossi Paolo, Salvi Cesare, Scalera Giuseppe, Scarpetti Lido, Serafini Anna Maria, Sinisi Giannicola, Soliani Albertina, Treu Tiziano, Turano Renato Guerino, Turco Livia, Vernetti Gianni, Villecco Calipari Rosa Maria, Vitali Walter, Zanda Luigi, Zavoli Sergio Wolmar.




permalink | inviato da il 28/12/2006 alle 15:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



20 dicembre 2006

IL SARCASMO NON è MAI ABBASTANZA

Poco piu' di 24 ore dopo l'intervento alla clinica di Cleveland, nell'Ohio, il mistero e' stato finalmente svelato dai suoi stretti collaboratori: all'ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e' stato impiantato un pacemaker e la convalescenza procede bene, esattamente come previsto. Il Cavaliere e' atteso a casa per il fine settimana, e dovrebbe quindi passare il Natale con i suoi. Ad incontrare i giornalisti italiani che continuano ad accorrere a Cleveland sono il medico personale di Berlusconi, Alberto Zangrillo, ed il suo assistente, Valentino Valentini. Il primo - colui che ha deciso che al Cavaliere occorreva un pacemaker, scegliendo la clinica considerata la migliore del mondo per la cardiologia, oltre al professore italiano Andrea Natale per l'intervento - spiega i dettagli tecnici dell'operazione ed il perche' della scelta. Il secondo racconta soprattutto una ridda di aneddoti. Due tra tutti: ieri sera, con accanto la figlia Eleonora (che studia a New York), Berlusconi ha guardato il film 'Talladega Nights', una commedia dedicata al mondo del Nascar (la formula uno Usa), con Will Ferrell e Sascha Baron Cohen. Si', proprio lui, diventato famosissimo con Borat, che nel film in questione interpreta un pilota francese, ovviamente gay (come in quasi tutte le commedie a stelle e strisce quando si parla degli odiati transalpini). Non manca ovviamente la classica battuta. Quando gli viene chiesto dal personale medico se e' allergico, Berlusconi risponde: ''Si', ai comunisti''. Risate generale, ed ecco la risposta, abbastanza scontata negli Usa: ''Non si preoccupi, stia tranquillo, qui non ce ne sono''. Berlusconi non guarda solo la tv, legge anche. Oltre alle rassegne stampa che gli vengono inviate da Roma, l'ex presidente del Consiglio sta divorando un libro sull'ex presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan, a cui si e' sempre sentito vicino, e non solo per la passione comune delle barzellette. Poco prima dell'incontro dei due con i giornalisti a Cleveland, il portavoce di Berlusconi, Paolo Bonaiuti, aveva diffuso a Roma una nota dai toni positivi, spiegando che ''il presidente di Fi Silvio Berlusconi e' stato sottoposto ieri ad un impianto di pacemaker. Oggi l'equipe medica condotta dal Professor Andrea Natale ha effettuato gli accertamenti cardiologici previsti dalla procedura di monitoraggio. Tutti i risultati confermano il successo dell'intervento. Il presidente Silvio Berlusconi rientrera' in Italia per il prossimo fine settimana''. Che le cose stessero procedendo bene e che Berlusconi fosse di ottimo umore lo aveva gia' detto a meta' giornata lo stesso Bonaiuti, spiegando in particolare che l'ex premier si era molto commosso dalle manifestazioni di affetto e di solidarieta'. ''L'ho sentito poco prima delle 13 (le 7 negli Usa) e la prima cosa che mi ha detto e' stata: 'Paolo, voglio ringraziare tutti, ma proprio tutti'', ha raccontato Bonaiuti, aggiungendo che ''e' rimasto veramente molto, ma molto commosso per tutte le manifestazioni di solidarieta' che ci sono state. E in effetti e' stata una cosa incredibile: i fax che arrivavano a getto continuo, tutti i telefoni di Arcore, di Macherio e di Palazzo Grazioli che non smettevano un momento di squillare... Berlusconi lo ha saputo e per questo mi ha pregato di ringraziare tutti, da Prodi a tutti quanti i leader politici che gli hanno inviato messaggi di auguri, e alla gente comune che gli ha fatto sentire il suo affetto''. Berlusconi, racconta ancora Bonaiuti, ''ha chiesto una rassegna stampa, che io avevo gia' preparato perche' lo conosco bene, ma ha voluto che gli leggessi subito i maggiori titoli...''. Rispondendo ai giornalisti, Zangrillo ha tenuto in modo particolare a smussare le polemiche apparse qua e la' in Italia, sul perche' Berlusconi e' volato all'estero, mentre nel nostro paese ci sono strutture e specialisti altrettanto bravi ed attrezzati per operazioni di questo tipo. ''Le ragioni - ha spiegato lo specialista del San Raffaele di Milano - sono state sia di buon senso sia di cautela. Al presidente occorreva tranquillita'... A volte ci tocca intervenire quasi di autorita' per impedirgli di lavorare, di rispondere al telefono. Volevamo potesse contare su qualche giorno di riposo assoluto, e di privacy assoluta. Ci e' sembrato fondamentale''. E aggiunge: ''E' vero che andavamo quasi a colpo sicuro... ma non dobbiamo neppure minimizzare il tipo di intervento, qualche giorno di riposo ci vuole, soprattutto prima di un volo di 9 ore. Per il momento Berlusconi ingerisce solo liquidi ed e' un paziente modello. Il presidente, che ha un cuore eccezionale, potra' comunque fare la stessa vita di prima. Vi confermo che ha un cuore sano''. L'intervento e' durato circa un'ora ed e' stato effettuato sotto anestesia locale, ha spiegato poi Zangrillo, precisando che la procedura e' durata in tutto meno di due ore e mezzo. Valentini ha concluso spiegando che l'ex presidente del Consiglio, che si trova in una suite al quindicesimo ed ultimo piano dell'albergo all'interno del campus ospedaliero, sempre di ottimo umore, ha spesso scherzato con le infermiere. E la clinica di Cleveland ha affidato ora l'ex presidente del Consiglio ad un infermiere italo-americano che parla correntemente la nostra lingua. (ANSA)
Solo poche domande....
Va bene che in America saranno i migliori,ma allora nei suoi 5 anni di governo la sanità dello stivale non è migliorata?
Come dire,allora è giusto,è così caro Presidente nn siamo tutti uguali?
Quando diceva in un'intervista che dei figli super-intelligenti che hanno fatto carriera,forse era meglio specificare che avendo maggiori possibilità finanziarie rispetto alla classe operaia preferiva mandare i propri figlli a studiare negli Stati Uniti piuttosto che in Italia,non avendo fiducia forse neanche nell'operato della Moratti....
Un'ultima domanda,secondo voi quindi quale è il concetto di uguaglianza che
vive nella mente del presidente dei forzisti?!

F.I.O.M




permalink | inviato da il 20/12/2006 alle 14:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



30 novembre 2006

DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA

GOV. documento di programmazzione  FINANZIARIA 2007
completa delle modifiche apportate nel corso della presentazione in parlamento
file pdf

divisa per argomenti

 120x120
SE NON HAI ACROBAT SCARICALO QUI

66x72




permalink | inviato da il 30/11/2006 alle 1:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



20 novembre 2006

MInistero delle infrastrutture -priorità

 

PRIORITÀ INFRASTRUTTURALI NELLE REGIONI

REGIONE PUGLIA

 

 

 

Sistemi stradali e autostradali

 

Corridoio plurimodale adriatico - Viabilità s.s. 16: Itinerario Foggia – Cerignola

L’intervento si riferisce al progetto di ammodernamento a 4 corsie e adeguamento alla sezione ex III Norme CNR. La lunghezza complessiva è di 33,5 km. Il tracciato in massima parte coincide con la sede attuale della S.S.n°16 ad eccezione di due brevissimi tratti dove si sono rese necessarie piccole varianti al fine di eliminare alcune curve pericolose. Il progetto, il cui valore complessivo è di 136,56 M€ è così suddiviso:

1.      S.S. 16 Foggia-Incoronata 1° Lotto (dal km 682+000 al km 690+000), con un costo di 23,76 M€, per il quale i lavori sono in corso;

2.      S.S. 16 Incoronata - immissione. SS 161 2° Lotto (dal km 690+000 al km 700+000), con un costo di 43,38 M€, aggiudicato con appalto integrato;

3.      S.S. 16 immissione SS 161-Cerignola 3° Lotto (dal km 700+000 al km 709+000) con un costo di 40,28 M€, aggiudicato con appalto integrato;

4.      S.S. 16 Variante di Cerignola (dal km 709+000 al km 715+500) con un costo di 23,10 M€, per il quale i lavori sono in corso.

Il soggetto aggiudicatore è l’ANAS e le opere sono interamente finanziate.

L’intervento è inserito nel primo programma delle infrastrutture strategiche della Legge Obiettivo e nella Convenzione stipulata tra Regione Puglia e ANAS, con relativo atto aggiuntivo stipulati rispettivamente il 21/11/03 e il 15/12/04 tra la Regione Puglia e ANAS.

 

Corridoio plurimodale adriatico - Viabilità S.S. 275 - Itinerario Maglie - S. Maria di Leuca

L’intervento prevede l’adeguamento della strada Maglie–S. Maria di Leuca (SS 16 dal km 981+700 al km 985+386 e SS 275 dal km 0+000 al km 37+000) alla sezione B (due corsie per senso di marcia con spartitraffico). Il progetto definitivo è stato approvato dall’ANAS ed inviato al Ministero delle Infrastrutture.

Lo sviluppo complessivo dell’itinerario è di circa 40 km.

Il soggetto aggiudicatore è ANAS S.p.A.

Il costo complessivo dell’intervento è pari a 201,4 M€, dei quali 165,53 M€ finanziati dalla Regione Puglia, sulla base della convenzione con ANAS stipulata in data 21/11/2003; rimane quindi un fabbisogno residuo di 35,87 M€.

 

Corridoio plurimodale adriatico - Viabilità S.S. 16: Tronco Maglie - Otranto

Il progetto riguarda l’ammodernamento ed adeguamento alla sezione tipo III delle norme C.N.R. n. 78/80 del tratto della SS. n. 16 tra Maglie ed Otranto per uno sviluppo complessivo di circa 11 km.

Il soggetto aggiudicatore è ANAS S.p.A.

L’importo complessivo dell’opera è pari a 80,00 M€, dei quali 40,9 M€ risultano disponibili a carico ANAS con i fondi QCS 2000-2006; rimane quindi un fabbisogno residuo di 39,1 M€.

Il progetto definitivo ha ricevuto parere favorevole con prescrizioni dalla Commissione V.I.A. È in corso l’adeguamento del progetto definitivo (in data 17.3.2006) sulla base delle prescrizioni della conferenza dei servizi.

 

Variante esterna di lecce – 2° stralcio funzionale

Con delibera n. 98 del 20 dicembre 2004 il CIPE ha approvato il progetto definitivo del “Completamento funzionale SS n.16 – SS n.613, variante esterna di Lecce” per l’importo di 31,21 M€.

Il finanziamento è a carico dell’ANAS che ha sottoscritto una specifica convenzione con la Regione Puglia in data 21-11-2003. L’opera, inizialmente prevista dal Programma triennale 2001-2003 è stata riconfermata nel successivo Programma 2002-2004 con assegnazione di risorse pari a 25,82 M€. Risulta un ulteriore fabbisogno di 10,39 M€.

Il soggetto aggiudicatore è l’ANAS ed i lavori sono in corso.

 

Ammodernamento del collegamento S.S. 106dir Casello di Taranto e la  SS. 106 Jonica

L’opera, inserita nel programma delle infrastrutture strategiche della legge obiettivo, fa parte del Corridoio plurimodale adriatico. Il costo totale dell’opera è di 24,4 M€.

Dalla relazione del Commissario straordinario risulta che l’opera è interamente finanziata e che è stato pubblicato il bando di gara per l’appalto integrato.

 

 

Sistemi ferroviari

 

Nuova linea ad alta capacità Napoli – Bari

Con il Protocollo d’Intesa sottoscritto il 27 luglio 2006 tra i Ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti, le regioni Campania e Puglia, Ferrovie dello Stato ed RFI, sono state individuate le soluzioni di tracciato per la realizzazione di una nuova linea ad alta capacità di estesa pari a 147 Km, capace di ridurre i tempi di percorrenza tra le città di Napoli e Bari a 110 minuti contro le attuali quattro ore.

Lo studio di fattibilità elaborato da RFI prevede interventi per complessivi 5,3 miliardi di Euro. Le tratte che costituiscono parte integrante del progetto sono:

-         variante linea Cancello-Napoli nel comune di Acerra per la sua integrazione con la linea AV/AC;

-         linea Cancello-Benevento;

-         tratta Apice-Orsara di Puglia;

-         bretella di Foggia.

Nella programmazione ordinaria di RFI è inserito il potenziamento della tratta Apice-Orsara il cui costo ammonta a 2.500,00 M€, di cui circa 213 M€ finanziati.

Allo stato attuale la realizzazione è prevista per il 2020.

 

Nodo di Bari

Nel 1998 venivano approvati i progetti relativi ai seguenti interventi per la sistemazione del Nodo ferroviario di Bari:

  1. realizzazione del doppio binario , completo di elettrificazione , in affiancamento al binario esistente , nella tratta Bari parco Sud – Bari Torre a Mare a completamento del raddoppio della linea Bari – Lecce,
  2. Realizzazione del cantiere formazione treni in località adiacente all’esistente Deposito locomotive e spostamento delle platee di lavaggio,
  3. Realizzazione del raccordo merci in variante di tracciato della linea Bari – Taranto a partire dalla fermata di Bari S. Andrea fino alla stazione di Bari Parco Nord;
  4. Realizzazione dell’ingresso treni viaggiatori in Bari Centrale della linea Bari – Taranto , in variante di tracciato , con bivio in linea in corrispondenza del Deposito locomotive , per il raccordo merci di cui al punto precedente,
  5. Sistemazione e razionalizzazione del Piano del ferro in Bari Centrale,
  6. Realizzazione del telecomando del Nodo ferroviario comprensivo dei tratti limitrofi delle altre ferrovie afferenti a Bari Centrale.

RFI ha ultimato le opere di cui ai punti 1 e 2 e ha in esecuzione avanzata le opere di cui ai punti 3 e 4.

Nel dicembre del 2005 è stato sottoscritto Protocollo d’intesa tra Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti , Regione Puglia , Comune di Bari e RFI che prevedeva l’elaborazione di uno studio di prefattibilità finalizzato all’ottimizzazione dell’inserimento delle reti ferroviarie nel territorio urbano, alla riorganizzazione e miglioramento del trasporto ferroviario e alla riqualificazione urbanistica delle aree ferroviarie dimesse.

Il nuovo progetto prevede la correzione del tracciato ferroviario a sud di Bari e l’interramento dei binari nella tratta Palese – S. Spirito.

Il costo complessivo di tale progetto è di 700 M€, con copertura a valere sui fondi della Legge Obiettivo e sui fondi comunitari.

Ulteriori interventi sul nodo di Bari riguardano:

-         Completamento linea ferroviaria Bari – Bitritto , con variante d’ingresso a Bari Centrale, costo complessivo 30 Meuro di cui 12,9 già disponibili sul bilancio regionale , da reperire i restanti 17,1 Meuro.

-         Elettrificazione linea ferroviaria Sud – Est , prima fase tratta Bari – Martina Franca ; costo complessivo della tratta circa 61 Meuro. Il 1° lotto ha invece un costo complessivo di circa  9 Meuro finanziati interamente dalla Regione.

-         Ferrovia Bari Nord , completamento raddoppio  Bari – Barletta con interramento in territorio di Andria , la Regione Puglia ha affidato lo studio di fattibilità , importo previsto 75 Meuro.

-         Interventi di ammodernamento e potenziamento della rete


Linea adriatica - potenziamento infrastrutturale della linea ferroviaria Bari-Taranto: raddoppio della tratta Bari S.Andrea - Bitetto

Con delibera n. 46 del 29 settembre 2004 il CIPE ha approvato il progetto preliminare dell’opera, per l’importo complessivo di 200,00 M€.

L’opera è parzialmente finanziata. Con la sopraindicata delibera il CIPE ha altresì assegnato un contributo di 31 M€ per il completamento del finanziamento, a valere sui fondi della legge n./2002.

 

Linea adriatica - raddoppio della Termoli – Lesina

L’intervento interessa le Regioni Molise e Puglia. E’ inserita nella programmazione RFI ed il progetto definitivo, per l’importo di 204,07 M€, dotato di copertura finanziaria, è in corso di istruttoria.

È in corso di definizione il Protocollo d’Intesa tra RFI ed il Comune di Termoli. L’attivazione del raddoppio, dopo le modifiche introdotte per rispettare le prescrizioni del Ministero dell’ambiente, è programmata per il 2010.

 

Potenziamento tecnologico Bologna-Bari

Il potenziamento tecnologico Bologna-Bari è inserito nella programmazione ordinaria RFI. Il costo totale stimato è di 294,65M€  ed il fabbisogno di 32,99M€ .

 

Taranto – Metaponto – Sibari

La linea è, attualmente, a semplice binario. È in corso la progettazione preliminare.

Il progetto preliminare, la cui ultimazione sarà conclusa entro l’anno, prevede il potenziamento dell’attuale capacità con le rettifiche delle curve più strette.

Le risorse finanziarie disponibili ammontano a circa 6 M€.

 

Impianto intermodale di Brindisi

Il potenziamento prevede di aumentare la capacità del terminale. E’ in corso di realizzazione la costruzione di due binari, l’allungamento dei due esistenti, la realizzazione di un nuovo fabbricato servizi e la sistemazione interna della viabilità.

Il costo complessivo previsto è di circa 10M€.

 

 

 

 

Hub portuali

 

Porto di Brindisi

Gli interventi previsti nell’area portuale brindisina riguardano:

1)            La realizzazione di una piattaforma logistica “Distripark” in grado di offrire servizi logistici e terminalistici a valore aggiunto in modo da ampliare le attività portuali da quelle proprie del trasporto a quelle della logistica a servizio dell’impresa. Nel progetto si inserisce la realizzazione delle opere ferroviarie e stradali per il raccordo dell’area Distripark alla rete esistente (ANAS, RFI, Sisri).

2)            Il “Sistema Urbano Portuale”: Il progetto prevede l'individuazione di un ambito del porto che, interagendo direttamente con la città, si presta ad una serie di interventi di riqualificazione e infrastrutturazione rivolti alla valorizzazione dello specchio acqueo portuale quale vera e propria piazza d'acqua della città di Brindisi, nonché come attracco per il traffico crocieristico e traghetti. In tale prospettiva il progetto “Sistema Urbano Portuale” prevede tra l’altro: il recupero funzionale del Capannone ex Montecatini, indirizzato a porre a disposizione dello scalo portuale un vero e proprio Terminal crociere; il consolidamento e la riqualificazione della banchina Regina Margherita; la realizzazione di un sistema di trasporto pubblico via mare integrato con le infrastrutture esistenti, la cosiddetta Circolare del Mare. Il progetto prevede inoltre l’adeguamento dell’area antistante il vicino aeroporto brindisino, per consentire l’approdo di idrovolanti che collegheranno l’isola di Corfù con Brindisi.

3)            Il completamento degli accosti portuali di S. Apollinare per navi traghetto e RO-RO.

Il soggetto attuatore è l’Autorità portuale di Brindisi.

Il costo complessivo degli interventi descritti è pari a 88,98 M€, così ripartiti:

1)            Distripark: 61,975 M€;

2)            Sistema Urbano Portuale: 7,5 M€;

3)            Accosti portuali: 19,5 M€.

Con Delibera CIPE del 1999, sono stati finanziati 1,033 M€ per la realizzazione dello Studio di Fattibilità dell’area Distripark. Restano da reperire 60 M€.

Per il Sistema Urbano Portuale la Legge Obiettivo ha previsto circa 7,5 M€. Per gli accosti portuali di Sant’Apollinare sono previsti 19,50 M€ nell’ambito del programma ordinario delle OO.PP. 2003/2005 del Ministero delle Infrastrutture.

Il finanziamento così suddiviso ammonta complessivamente a 28,03 M€.

Relativamente allo stato di attuazione si segnala che:

1)            per il Distripark è stato completato lo studio di fattibilità;

2)            per il Sistema Urbano Portuale è stata elaborata la progettazione preliminare;

3)            per il completamento degli accosti portuali per navi traghetto e RO-RO a Sant’Apollinare è stato elaborato il progetto preliminare ed è stata completata la caratterizzazione dei fondali marini. Si è in attesa della approvazione della Regione Puglia della variante al PRP.

 

Porto di Taranto

Il progetto si colloca nel contesto di una nuova strategia di sviluppo dei porti nazionali.

In tal ottica è inquadrabile nel disegno più generale di trasformare il porto di Taranto in un hub portuale di primaria importanza.

Gli interventi riguardano la realizzazione di una prima parte delle opere previste per il suddetto hub portuale ed in particolare:

1)            la piattaforma logistica;

2)            la strada dei moli con relativa illuminazione ed impianti (rete elettrica, reti idriche e fognarie);

3)            ampliamento del quarto sporgente;

4)            realizzazione della darsena ad ovest del quarto sporgente.

Il soggetto attuatore è l’Autorità portuale di Taranto.

Il valore complessivo degli interventi previsti ammonta a 156,149 M€, così ripartiti:

1)            La piattaforma logistica: 27,574 M€;

2)            La strada dei moli con relativa illuminazione ed impianti: 26,146 M€;

3)            Ampliamento del quarto sporgente: 74,686 M€;

4)            Realizzazione della darsena ad ovest del quarto sporgente: 27,743 M€.

Il quadro dei finanziamenti disponibili risulta essere il seguente: 37,544 M€ sono finanziati dal concessionario; 21,523 M€ con la Legge Obiettivo, 92,590 M€ con i finanziamenti della legge 413/98 e 4,492 M€ con i fondi propri dell’Ente.

 

 

Hub interportuali

Impianto Intermodale di Brindisi

Il potenziamento prevede di aumentare la capacità del terminale. È in corso di realizzazione la costruzione di due binari, l’allungamento dei due esistenti, la realizzazione di un nuovo fabbricato servizi e la sistemazione interna della viabilità.

Il costo complessivo previsto è di circa 10M€.

 

 

Sistemi urbani

 

Asse viario cittadino di Bari-Terza mediana Bis

In attesa della definizione ed erogazione del finanziamento per il nodo denominato “Terza Mediana bis”, considerato il suo valore strategico per l’alleggerimento del traffico.

Costo stimato dell’opera: 129,11M€; le risorse sono interamente da reperire.

Il progetto è a livello preliminare.

 

 

Schemi idrici

 

Impianto di potabilizzazione delle acque derivate dall’invaso di Conza della Campania

L’intervento consiste nella realizzazione dell’impianto di potabilizzazione delle acque derivate dall’invaso di Conza della Campania e del serbatoio di testata dell’acquedotto dell’Ofanto.

Con delibera in data 29 marzo 2006 il CIPE ha approvato il progetto definitivo per l’importo di 53 M€ ed ha assegnato, in via programmatica, all’Acquedotto pugliese s.p.a. un contributo di 39 M€, quale quota massima a carico dello Stato. Nella seduta del CIPE del novembre 2006 è prevista l’assegnazione definitiva di tale contributo.

 

 

Schemi idrici Puglia: completamento del riordino ed ammodernamento degli impianti irrigui ricadenti nel comprensorio dx Ofanto e dx Rendina in Agro di Lavello.

L’opera riguarda la ristrutturazione del comprensorio irriguo in destra Rendina con trasformazione delle reti funzionanti a gravità in reti in pressione. L’intervento è relativo a territori ricadenti nella regione Basilicata, ma la risorsa risparmiata potrà essere utilizzata anche in territorio pugliese.

Con delibera in data 29 marzo 2006 il CIPE ha approvato il progetto definitivo per l’importo di 85,70 M€ ed ha assegnato, in via programmatica, alla Regione Basilicata un contributo di 70 M€, quale quota massima a carico dello Stato. Nella seduta del CIPE del novembre 2006 è prevista l’assegnazione definitiva di tale contributo.

Il soggetto attuatore dell’opera è il Consorzio Bonifica Vulture-Alto Bradano ed è prossima la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori tramite appalto integrato.

 

Galleria di Valico Caposele – Pavoncelli bis

L’opera ricade in territorio campano ma è d’interesse per la regione Puglia. È preposta al trasferimento idrico delle acque delle sorgenti Sele e Calore verso la Puglia, in sostituzione della galleria esistente, danneggiata da eventi sismici.

L’intervento è inserito nella Legge Obiettivo ed il progetto definitivo prevede un costo di circa 150,6 M€. Le risorse disponibili risultano di 108,025 M€. Con delibera n.75 del 29 marzo 2006 il CIPE ha disposto l’accantonamento di 15 M€ per l’ulteriore parziale finanziamento dell’opera. Nella seduta del CIPE del novembre 2006 è prevista l’assegnazione definitiva di tale contributo.

I lavori risultano essere stati affidati da parte del Commissario Straordinario.

 




permalink | inviato da il 20/11/2006 alle 15:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     febbraio       
 


Ultime cose
Il mio profilo



trovaprezzi
bovinonline
bovino
sandman
bovinesidoc
odfanclub
ettoret
cacooun
marcuccio
aislinn
bon jovi
daw
ventoamico
tgblu
piux
idv
P.di Rifondazione Comunista
heroes
vespini
SSS
Gastronomia bovinese
Countdown
INFO Bovino
dietro le false verità


Blog letto 55291 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom